Uso e abuso del termine antropologia sul web – rassegna febbraio 2016

Se di antropologia se ne parlava troppo poco, dopo un’analisi sul web durata tutto il mese di febbraio, devo purtroppo constatare che il sostantivo “antropologia” e ancor più l’aggettivo “antropologico” vengono utilizzati troppo spesso con connotazioni non proprio opportune, quando non per evidenti strategie di marketing digitale, da chi antropologo non è. Altrimenti si trovano notizie…

Antropologia e Comunicazione 3 ~ lezioni di etnografia

Prato, 19 dicembre 2015. III Convegno nazionale SIAA – Così se per un antropologo vestire i panni del giornalista può diventare un esercizio pratico di scrittura e un dovere etico di cittadino e professionista, altrettanto il giornalismo può beneficiare dell’antropologia dal punto di vista deontologico e metodologico. È soprattutto Adriano Favole, che iniziò la sua carriera…

Antropologia e Comunicazione 2 ~ divulgazione e linguaggio nei mass media

Prato, 19 dicembre 2015. III Convegno nazionale SIAA Come può quindi la divulgazione scientifica trovare spazio sui mezzi di comunicazione di massa? L’autrice di “Chi può e chi aspetta”, uno dei suoi molti studi sul Mezzogiorno[1], è contraria a divulgare conoscenze “tecnicamente” antropologiche attraverso canali strutturati in funzione di un altro tipo di contenuti: «Non si…

Antropologia e comunicazione 1 ~ antropologi nei media

Prato, 19 dicembre 2015. III Convegno nazionale SIAA, la Società Italiana di Antropologia Applicata. Un evento incentrato su quel ramo delle discipline demo-etno-antropologiche in cui l’etnografo mette a disposizione di enti e istituzioni attive sul territorio, private e pubbliche, il suo bagaglio concettuale e professionale. Un’antropologia, insomma, che esce dai confini accademici per aprirsi e…

I tweet – notizie rapide e veloci… per condividere?

Vi ricordate La Belle Verte (Il pianeta verde), il film del 1996 diretto da Coline Serreau? Avete presente le scene in cui Mila, la protagonista impersonata dalla stessa regista comunica da Parigi con gli abitanti del suo pianeta? Piedi immersi nell’acqua, mani ben aperte con il pollice connesso alle orecchie e le dita che si…

I festival – Luoghi di aggregazione di antropologi e giornalisti

Un festival raccoglie professionisti, giovani leve e amatori. È una valle che racchiude il fiume di parole, immagini, conoscenze, idee, suoni, lingue che sgorgano molto lontano, ma che qui si incontrano. Ogni raduno ha il suo tema, motivo di incontro e discussione, cuore pulsante, cervello pensante di lunghe giornate dedicate all’ascolto. Perugia è al centro…

Un tocco d’aria nuova

Sono arrivata a Napoli con l’idea non troppo ambiziosa di scrivere un blog e approfondire una ricerca sul neomelodico napoletano e sul soundscape. L’ultima volta che mi sono allontanata da casa in Romagna ho attraversato l’oceano per svolgere la ricerca sul campo in Brasile, un paese di cui ancora porto il segno. Ora mi trovo…

Moto perpetuo

Ormai l’ho scritto decine di volte, sempre piena di speranza e di voglia di scendere in campo: finalmente in partenza verso una nuova avventura. Ma questa volta è diverso, perché non si tratta di un viaggio di piacere, come i tanti che mi hanno riempito l’estate, e nemmeno una breve esperienza formativa, in cui speravo…

Anthropo_Blog

E di creatività ne ho parlato, anche se non esplicitamente, con la correlatrice delle mie tesi di laurea. Le ho detto che mi sono presa un anno sabbatico dall’antropologia, che non ho fatto domanda di dottorato e che presto mi avvicinerò al giornalismo, e le ho raccontato di come quest’estate mi sono sbizzarrita col blog,…

Rincorrendo… Guerre e Emergenze

Scesa alla stazione dei treni, risalita la collina per mezzo del Minimetro, preso l’ascensore che mi avrebbe portata in centro e percorsa Via Vannucci in direzione dei Giardini, sono finalmente giunta all’Hotel Brufani. Cosa meritava tutta questa corsa? Un panel intitolato “Coprire le emergenze dell’era dei big data”.

Documentando… la Guerra

Dove eravamo rimasti? Ah, sì, l’ostello… Fatta una doccia rapidissima e conosciuto il responsabile – un altro probabile emigrante italiano –, mi sono diretta alla fermata dell’autobus, sfrecciando per il sentierino campestre che ancora non sono riuscita a godermi per la fretta. Era tardissimo e l’autobus non mi avrebbe portata in tempo in centro a…

Back to the field

Finalmente sono tornata sul campo. In realtà doveva essere più un’esperienza personale, di formazione e di esplorazione di un altro ambito professionale. Da quando ho letto gli ultimi libri scritti da Tiziano Terzani ho cominciato a riflettere sulle affinità tra antropologia e giornalismo e, dato che sono ufficialmente disoccupata, ho deciso di infiltrarmi al Festival…